Come si accende un sigaro?

Come si accende un sigaro?

L' accensione di un sigaro è di per sé un rito, quindi niente fretta e concentrazione!

Molto bello e scenografico è l'uso di un fiammifero di legno o, meglio ancora, delle listarelle di cedro presenti in alcune scatole di sigari.

Più pratico e funzionale è l'utilizzo di accendini a gas che consentono di avere una fiamma costante, quelli specifici sprigionano una fiamma a V che avvolge il piede del sigaro e aiutano ad avere un accensione rapida e regolare.

Assolutamente da evitare gli accendini a benzina o i cerini, ne comprometterebbero il gusto.

Personalmente prediligo l'utilizzo delle listarelle di cedro, lo trovo molto più "elegante", ma il più delle volte mi trovo, per praticità, ad utilizzare l'accendino a gas.

In internet troverete infiniti tutorial sulla procedura corretta per l' accensione di un sigaro, cosa fare e cosa non fare... tutto vero e tutto discutibile!

Anche in questo caso, a mio modo di vedere, conta l'esperienza e la giusta combinazione di gesti e tempi che ognuno poi affina nel tempo.

Dopo svariati tentativi e provando innumerevoli metodi, io procedo così: faccio girare il sigaro tra due dita per testarne la consistenza e la stagionatura, poi procedo al taglio ( parleremo in seguito delle varie tipologie), e avvicino la fiamma.

Mantengo sempre un paio di cm di distanza evitando il contatto diretto con il sigaro in modo da scaldarlo e non bruciarlo. Faccio prima girare il sigaro tra le dita per scaldarne tutto il braciere, quando si comincia a sprigionare la fiamma procedo con le prime boccate. Controllo che il braciere sia acceso uniformemente  soffiando leggermente sul piede del sigaro, se si presenta tutto rosso, l'accensione è andata a buon fine.

Da questo punto in poi.... Relax!!

A presto.

Giorgio L.


Autore:

Autore

Giorgio Livoti

Editor del “Vizio” Sigari

Leggi di più su Giorgio Livoti

Ti può interessare anche

Uva, mosto e non solo vino: il balsamico.

Uva, mosto e non solo vino: il'aceto balsamico. Un paio di anni fa ho avuto la fortuna di visitare un’acetaia in un piccolo paesino vicino a Maranello ...

Pisco Sour

Aperitivo fatto con un Pisco monovitigno Quebranta shakerato con albume d’uovo, lime, sciroppo di glucosio. Il tutto ultimato con una goccia di Angost ...

L'eccellenza delle nostre birre artigianali

Premio Cerevisia 2019 (Banab) per le birre artigianali: riconoscimento per 21 etichette provenienti da 12 regioni. Si è svolta a Roma nella suggestiva ...

Dove comprare i sigari a Cuba?

In vista dell’imminente arrivo delle vacanze, vorrei segnalare ai nostri amici viziosi, appassionati di sigari, questo interessante articolo ...

CERANO: Pecorino Terre Aquilane IGT - Italo Pietrantonj

La bottiglia con cui ci siamo veramente divertiti nella degustazione è di un Pecorino Abruzzese: CERANO dell’Antica casa Vitivinicola Italo Pietranto ...

Grappa: le primi dieci aziende aggregate valgono 211 milioni di euro

Grappa: il prodotto oggi considerato come più rappresentativo della distillazione Made in Italy. Le primi dieci aziende aggregate valgono 211 milioni ...

CONDIVIDI LA PAGINA!

TEMI TRATTATI

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO

Iscriviti qui
e ricorda che potrai cancellarti in ogni momento.