Di che colore è il vino?

Di che colore è il vino?

La prima fase dell’analisi organolettica consiste nell’esame visivo. Questo significa valutare oltre al colore anche la limpidezza, trasparenza, fluidità e l’eventuale effervescenza. In questa prima parte ci soffermeremo sul colore. I vini possono innanzi tutto essere bianchi, rosati o rossi (MAI NERI!!!!!). La colorazione è un parametro così importante nella degustazione che le tonalità di giallo (per i vini bianchi), rosa (per i rosati) e rosso (naturalmente per i vini rossi) con il tempo sono state praticamente prestabilite con un linguaggio che è poi diventato comune. Quindi il segreto sta semplicemente nel memorizzare la foto qui sopra. Come si procede? Innanzi tutto è necessario mettere un po’ di vino in un bicchiere, inclinare il calice a 45 gradi su una superficie bianca. È consigliato tenere il bicchiere davanti a uno sfondo bianco, Questo ti permetterà di non avere distorsioni da altri colori. Scegli per esempio di usare un fazzoletto o un foglio bianco in maniera da osservarne meglio il colore che, non deve ma essere torbido. Le prime impressioni sono importanti, anche in fatto di vino. Il colore del vino non è solo rosso, bianco o rosato, al contrario ha molte sfumature. I vini rossi possono avere riflessi violacei e i vini bianchi paglierini o giallo dorato. Il colore del vino rosato può variare dal rosa tipico di un rose' fino a un colore più profondo. Il colore del vino può anche farci risalire alla sua età. In generale, i vini bianchi diventano più scuri con il passare del tempo, mentre i vini rossi diventano più chiari. I bianchi con l’invecchiamento diventano più scuri, ma non devono mai sfiorare la tonalità del marrone. I sedimenti che potrete notare sul fondo di un bicchiere di vino rosso non sono sempre un difetto, ma si creano in parte durante l’invecchiamento naturale del vino Seguici! La prossima volta continueremo con l’esame visivo.


Autore:

Autore

Barbara Paola Ronco

CEO and Social Media Manager

Leggi di più su Barbara Paola Ronco

Ti può interessare anche

Uva, mosto e non solo vino: il balsamico.

Uva, mosto e non solo vino: il'aceto balsamico. Un paio di anni fa ho avuto la fortuna di visitare un’acetaia in un piccolo paesino vicino a Maranello ...

Pisco Sour

Aperitivo fatto con un Pisco monovitigno Quebranta shakerato con albume d’uovo, lime, sciroppo di glucosio. Il tutto ultimato con una goccia di Angost ...

L'eccellenza delle nostre birre artigianali

Premio Cerevisia 2019 (Banab) per le birre artigianali: riconoscimento per 21 etichette provenienti da 12 regioni. Si è svolta a Roma nella suggestiva ...

Dove comprare i sigari a Cuba?

In vista dell’imminente arrivo delle vacanze, vorrei segnalare ai nostri amici viziosi, appassionati di sigari, questo interessante articolo ...

CERANO: Pecorino Terre Aquilane IGT - Italo Pietrantonj

La bottiglia con cui ci siamo veramente divertiti nella degustazione è di un Pecorino Abruzzese: CERANO dell’Antica casa Vitivinicola Italo Pietranto ...

Grappa: le primi dieci aziende aggregate valgono 211 milioni di euro

Grappa: il prodotto oggi considerato come più rappresentativo della distillazione Made in Italy. Le primi dieci aziende aggregate valgono 211 milioni ...

CONDIVIDI LA PAGINA!

TEMI TRATTATI

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO

Iscriviti qui
e ricorda che potrai cancellarti in ogni momento.