Perché San Martino, castagne e vino?

Perché San Martino, castagne e vino?

Girando qua e là nel web mi è saltato all’occhio questo articolo. La mia mente mi ha immediatamente trasportata a mamma Carla e ai miei nonnini, i quali spesso utilizzavano riferimenti a “periodi” dell’anno al quanto bizzarri per chi non ha avuto esperienze legate all’agricoltura. Come ad esempio: I giorni della Merla, La Candelora, L’estate di San Martino e molte altre. L’estate di San Martino a novembre? Adesso ti spiego meglio e così anche mamma Carla scoprirà l’origine di questo nome.

San Martino oltre ad essere legato alla leggenda del famoso mantello tagliato a metà, fa pensare al vino novello, ma è - di fatto - il santo protettore dei “traditi”, tanto che l'11 novembre è nota anche come "Festa dei cornuti". Quindi pensaci bene se festeggiare qualsiasi cosa?

Ma cosa c'entra, allora, San Martino con il vino novello e le castagne?

L'associazione è molto legata, anche in questo caso, ai cicli dell'agricoltura. In novembre, terminata la raccolta dell'uva e delle olive, l'attività agricola scema naturalmente per qualche tempo. Fino a qualche secolo fa questo periodo corrispondeva con il "trasloco" dei mezzadri: per tutta l'estate avevano abitato le campagne, sotto contratto con il padrone ed era questo il momento di un po' di "ferie" in attesa di un rinnovo di contratto oppure di un nuovo incarico presso un nuovo fondo. Prima di andare via si riceveva una sorta di "buonuscita" piena di prodotti di stagione: vino e castagne.

Naturalmente il vino buono non era ancora fatto e anche per questo si rese necessario studiare un modo per avere un prodotto adatto a essere consumato subito, pronto in poche settimane.

A presto e buon autunno!

BpR

Tratto da: www.kasanova.it/blog/vino-novello-castagne/


Autore:

Autore

Barbara Paola Ronco

CEO and Social Media Manager

Leggi di più su Barbara Paola Ronco

Ti può interessare anche

Uva, mosto e non solo vino: il balsamico.

Uva, mosto e non solo vino: il'aceto balsamico. Un paio di anni fa ho avuto la fortuna di visitare un’acetaia in un piccolo paesino vicino a Maranello ...

Pisco Sour

Aperitivo fatto con un Pisco monovitigno Quebranta shakerato con albume d’uovo, lime, sciroppo di glucosio. Il tutto ultimato con una goccia di Angost ...

L'eccellenza delle nostre birre artigianali

Premio Cerevisia 2019 (Banab) per le birre artigianali: riconoscimento per 21 etichette provenienti da 12 regioni. Si è svolta a Roma nella suggestiva ...

Dove comprare i sigari a Cuba?

In vista dell’imminente arrivo delle vacanze, vorrei segnalare ai nostri amici viziosi, appassionati di sigari, questo interessante articolo ...

CERANO: Pecorino Terre Aquilane IGT - Italo Pietrantonj

La bottiglia con cui ci siamo veramente divertiti nella degustazione è di un Pecorino Abruzzese: CERANO dell’Antica casa Vitivinicola Italo Pietranto ...

Grappa: le primi dieci aziende aggregate valgono 211 milioni di euro

Grappa: il prodotto oggi considerato come più rappresentativo della distillazione Made in Italy. Le primi dieci aziende aggregate valgono 211 milioni ...

CONDIVIDI LA PAGINA!

TEMI TRATTATI

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO

Iscriviti qui
e ricorda che potrai cancellarti in ogni momento.